Fondatore di una delle storiche
aziende della Franciacorta

E’ morto nei giorni scorsi a 85 anni Alessandro Bianchi. La cronaca dice
che fondò con i fratelli la Omfb di Provaglio ma il mondo del vino lo ricorda e
lo rimpiange – come vero galantuomo – soprattutto come fondatore dell’azienda
agricola Villa
Franciacorta di Monticelli Brusati
.

La storia di Villa Franciacorta
inizia nel 1960 quando Alessandro Bianchi diventa
proprietario del borgo medievale omonimo con sede in Monticelli Brusati, una tra le località più rinomate di tutta la
Franciacorta, quella zona est da cui arrivano larga parte delle bollicine
metodo classico bresciane più interessanti.

Bianchi fece crescere progressivamente l’azienda grazie a lavori importanti di ristrutturazione dei vigneti esistenti e impianto di nuovi e fu tra elementi più dinamici che portarono nel 1990 ( giusto 30 anni fa) alla fondazione del Consorzio Franciacorta.

Oggi Villa Franciacorta comprende un
elegante agriturismo
, il Villa Gradoni, conta su un numero
significativo di ettari vitati
, produce sia Franciacorta che vini fermi.

Ho sempre apprezzato di Villa oltre
ai Franciacorta quello che allora era un Terre di Franciacorta rosso e oggi è
un Curtefranca rosso, il Gradoni. Nel
giugno del 2000 su WineReport
lo elogiavo come uno dei migliori rossi della
Franciacorta e aveva la peculiarità di comprendere nell’uvaggio, oltre a quelli
canonici (con predominanza, 50%, dei Cabernet), anche un 10% di vecchi vitigni
autoctoni, denominati Villa e Brognera. Oggi Curtefranca Doc Rosso Gradoni è un
uvaggio tutto bordolese: 35% Merlot, 35% Cabernet Sauvignon, 30% Cabernet Franc.

La bella iniziativa per cui mi piace ricordare Alessandro Bianchi è la sua creazione nel 1994 della serie di degustazioni retrospettive, ogni anno dedicate ad un prodotto diverso, denominata Villa in verticale. Grandi occasioni per incontrare amici clienti, ristoratori, enotecari, stampa. Ho partecipato a queste verticali, sempre ben coordinate dal sommelier AIS di Brescia Nicola Bonera, diverse volte, ultima nel 2015, ma stranamente non ne ho mai scritto se non en passant come qui, quando scrivevo del Franciacorta Pas Dosé Diamant.

Nel 2013 invece una mia
collaboratrice gardesana, Wilma Zanaglio, raccontava
per questo blog una verticale di dieci annate di Satèn
dal 1996 al 2009.

Colgo l’occasione per rinnovare anche
qui, come ho già fatto privatamente, le mie condoglianze per il lutto alla moglie
Ivonne, ai figli Roberta e Nico, al genero Paolo e a tutti i familiari. E’
stato un piacere aver conosciuto Alessandro Bianchi. Spero che il Consorzio
Franciacorta trovi modo di ricordarlo.

Fondatore di una delle storiche aziende della Franciacorta E’ morto nei giorni scorsi a 85 anni Alessandro Bianchi. La cronaca dice che fondò con i fratelli la Omfb di Provaglio ma il mondo del vino lo ricorda e lo rimpiange – come vero galantuomo – soprattutto come fondatore dell’azienda agricola Villa Franciacorta di Monticelli Brusati.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *