clark-La cazzata dello “Champagne italiano” è ancora online sull’Ansa

Pensavo che la più nota e famosa
agenzia di stampa italiana, l’Ansa,
fosse una cosa seria. Mi sbagliavo, non solo ha pubblicato una idiozia come
questa, ma ancora a diversi giorni di distanza da quando l’ha lanciata,
utilizzando il testo di un comunicato stampa delirante del produttore, la
scemenza è ancora online
.

Del modo vergognoso e patetico del
produttore piemontese di presentare il proprio metodo classico avevo
già scritto qui
, ma ora, dopo aver provveduto a segnalare la cosa agli
amici del Comité Champagne mi
sa che proverò a sentire se l’inutile Ordine dei
giornalisti
, cui sono iscritto dal 1981, e la direzione generale dell’Ansa non
hanno nulla da dire in merito…

Non bisognerebbe leggere prima di pubblicare?
E possibile che nella redazione (piemontese o romana?) del canale Terra & Gusto nessuno
abbia capito che stava pubblicando una caxxata? Possibile che nessuno sappia
che non si possono produrre uno “Champagne italiano”, un Parmigiano Reggiano
francese, un Franciacorta inglese?  

Oppure ha ricevuto una stecca?

Pensavo che la più nota e famosa agenzia di stampa italiana, l’Ansa, fosse una cosa seria. Mi sbagliavo, non solo ha pubblicato una idiozia come questa, ma ancora a diversi giorni di distanza da quando l’ha lanciata, utilizzando il testo di un comunicato stampa delirante del produttore, la scemenza è ancora online. Del modo vergognoso

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *